Avete voglia di una colazione europea? Potete iniziare la vostra giornata leggendo l'Europasplitter bisettimanale. I testi integrali degli Europasplitter già pubblicati sono  consultabili (in lingua tedesca), per gentile concessione del quotidiano Dolomiten, in versione integrale online:ecco QUI!


A cosa serve l'Europasplitter? A colmare la "lacuna regionale" nella comunicazione e informazione della UE

L'opinione pubblica europea è diventata un argomento di grande attualità nella ricerca sui media. Tuttavia, la ricerca non ha preso in considerazione il vero mezzo di comunicazione di massa: il giornale regionale (si veda Thorsten Schäfer, Die regionale Lücke (La lacuna regionale, n.d.t.)).

Infatti, la maggior parte delle persone legge i media locali o regionali, dove, peraltro, l'Europa di solito non è molto presente. Nel suo "Libro bianco su una politica europea di comunicazione" la Commissione afferma seccamente che: "I giornali regionali e locali hanno un ampio bacino di lettori, ma in genere dedicano poco spazio ai temi europei." I pochi argomenti di cui si parla sono sempre gli stessi, per esempio la politica agricola o regionale. Di conseguenza, i cittadini sanno poco dell'Europa della UE.

 

 

L'obiettivo degli Europasplitter: offrire l'Europa in pillole ma con brio

In questo contesto abbiamo sviluppato gli "Europasplitter" - una serie che vuole far luce su altri aspetti dell'Europa della UE. Gli "Europasplitter" intendono presentare ai lettori alcuni aspetti del processo di integrazione europea in un linguaggio di facile comprensione. E mirano a far capire la rilevanza dell'Unione europea senza essere acritici o addirittura scivolare in propaganda o in un incomprensibile gergo da esperti. Devono mostrare come l'Europa influenza la nostra vita. Ai lettori viene offerta di volta in volta una box informativa piuttosto approfondita, che illustra l'argomento (e spesso offre esempi dall'Austria e dall'Italia). A ciò si aggiunge una mini intervista, che comunica gli aspetti fondamentali dell'argomento ai lettori più frettolosi, in un testo lungo circa quanto 7 SMS.

 

 

Chi c'è dietro agli Europasplitter: un quotidiano regionale e un esperto della UE

Gli Europasplitter sono pubblicati in Italia in lingua tedesca - e in ciò sono perfettamente europei - ed escono sul quotidiano altoatesino Dolomiten, il primo e principale quotidiano di lingua tedesca in Italia e nella regione. L'ideatore dell'iniziativa ed esperto di Europasplitter è Gabriel N. Toggenburg, professore onorario di diritto dell'Unione europea e di tutela europea dei diritti dell'uomo presso l'Università di Graz, attivo anche come giurista per la UE. Per Europasplitter lavora esclusivamente su base volontaria, con il desiderio di promuovere la consapevolezza europea. Tutte le opinioni che esprime sono puramente personali e non sono attribuibili in alcun modo alla UE o all'Agenzia dell'Unione europea per i diritti fondamentali.